Sei qui: Home

Carta d'identità

PDF  Stampa  E-mail 

CHIUDI Carta d'identità

Informazioni

Ufficio competente: Anagrafe

Responsabile del servizio: Sindaco

Responsabile del procedimento: Nocita Antonio

Tempi: 1 o 2 giorni

Costo: euro 5,45. Se duplicato (smarrita o deteriorata in corso di validità) euro 10,60

Informazioni sul Servizio

E' il documento attestante l'identità di un soggetto e serve per l'identificazione personale.
E' un documento valido per l'espatrio in alcuni Paesi. Prima di ogni viaggio sarebbe opportuno verificare il documento di viaggio richiesto sul sito www.viaggiaresicuri.it o sul sito della Polizia di Stato.

Chi la può richiedere:
  • I cittadini italiani e stranieri residenti a Botrugno.
  • I cittadini iscritti all'AIRE con il passaporto o con autodichiarazione.
  • Per i minorenni può essere rilasciata valida per l'espatrio solo se vi è l'assenso di entrambi i genitori o del tutore che, accompagnando il minore agli sportelli anagrafici, provvederanno a firmare l'assenso. Nel caso solo uno dei due genitori accompagni il minore agli sportelli, dovrà essere munito di assenso scritto, dell'altro genitore, al quale andrà allegata fotocopia della carta d'identità dello stesso, in caso di mancato assenso occorre il nulla osta del Giudice Tutelare. Se il minore di anni 14 si reca all'estero non accompagnato da almeno un genitore è necessario richiedere in Questura il documento denominato "accompagno" della Carta di Identità.
Validità:
  • 3 anni per i minori di 3 anni;
  • 5 anni nella fascia di età 3-18 anni;
  • 10 anni per la fascia di età superiore ai 18 anni (dal 27 giugno 2008 vale 10 anni, anziché 5, come previsto dal decreto Legge 112 del 25 giugno 2008 (art. 31).

La carta d'identità è firmata dal titolare dal compimento del 12° anno di età.

Se il documento è in scadenza si può richiederne il rinnovo sei mesi prima della data di scadenza stessa.

Proroga
Le carte di identità rilasciate dal 26.6.2003 al 25.6.2008 potranno essere prorogate nella validità per ulteriori 5 anni presentandosi con la carta presso lo sportello anagrafe. Non è necessaria la presenza dell'interessato.

ATTENZIONE! Alcuni Paesi non riconoscono la validità delle carte di identità valide per l'espatrio prorogate. Il Ministero dell'Interno ha emanato la Circolare n. 23 del 28.7.2010, con la quale ha comunicato che i possessori di carte di identità rinnovate o da rinnovare possono richiedere al proprio Comune di sostituirle con nuove carte d'identità, la cui validità decennale decorrerà dalla data del nuovo documento.

Come accedere al servizio

Per il rilascio del documento occorre:
  • 3 fotografie formato tessera recenti e identiche ( foto, su sfondo bianco, con posa frontale, a capo scoperto - ad eccezione dei casi in cui la copertura del capo sia imposta da motivi religiosi, purché il viso sia ben visibile);
  • carta d'identità scaduta o altro documento di riconoscimento valido;
  • titolo di soggiorno in corso di validità per i cittadini stranieri.

Situazioni particolari:

SMARRIMENTO O SOTTRAZIONE DELLA CARTA: è necessario produrre la denuncia e presentarsi con un documento di riconoscimento valido. Se la carta d'identità smarrita o sottratta non è scaduta ed è stata rilasciata dal Comune, non sarà necessario avere con sé un documento di riconoscimento valido, in quanto la persona potrà essere riconosciuta sulla base del cartellino in possesso degli uffici dell'anagrafe.
FURTO O SMARRIMENTO ALL'ESTERO: è accettata la denuncia fatta presso il Consolato o Ambasciata italiana; se la denuncia è fatta presso altri organi stranieri (es. Polizia) la denuncia dovrà essere rifatta anche in Italia e occorre portare quella all'Anagrafe.
DISTRUZIONE O DETERIORAMENTO: il richiedente dovrà sottoscrivere una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante l'avvenuta distruzione del documento. I cittadini extracomunitari non possono rendere tale dichiarazione, dovranno produrre la denuncia.
PERSONE CON PROBLEMI DI DEAMBULAZIONE: possono richiedere il rilascio o il rinnovo della carta d'identità che avverrà presso il proprio domicilio. Una persona maggiorenne dovrà recarsi all'Anagrafe con un documento di riconoscimento, tre fotografie della persona che richiede il rilascio ed euro 5,45; un incaricato si recherà poi al domicilio della persona richiedente per la consegna della carta d'identità e l'apposizione della firma.
ISCRITTI A.I.R.E. (anagrafe italiani residenti dell'estero): dal 01/06/2007 gli iscritti Aire possono richiedere la Carta di Identità o la proroga anche all'Autorità Consolare Italiana competente per territorio, previa richiesta di nullaosta al Comune di iscrizione.

Attenzione:
  • le variazioni di residenza non comportano il rinnovo del documento di identità;
  • lo stato civile viene indicato sul documento solo se richiesto dall'interessato;
  • i genitori con figli minori, anche se in condizione di separazione legale o divorzio, per poter ottenere la carta d'identità valida per l'espatrio devono dichiarare, sotto la propria responsabilità, di avere l'assenso dell'altro genitore;
  • la professione non viene più indicata sulla Carta d'Identità;
  • i cittadini stranieri, se provengono da altro Comune italiano, devono portare la carta rilasciata da quel Comune.
Informazioni utili
La carta d'identità non è valida per l'espatrio per:
  • gli stranieri;
  • coloro che, essendo a norma di legge sottoposti alla patria potestà o alla potestà tutoria, siano privi dell'assenso della persona che la esercita e, nel caso di affidamento a persona diversa, dell'assenso anche di questa; o, in difetto, dell'autorizzazione del giudice tutelare;
  • coloro che debbano espiare una pena restrittiva della libertà o soddisfare una multa o ammenda, salvo per questi ultimi il nullaosta dell'autorità che deve curare l'esecuzione della sentenza, semprechè la multa o l'ammenda non siano state convertite in pene restrittive della libertà personale, o la loro conversione non importi una pena superiore a mesi 1 di reclusione o 2 di arresto;
  • coloro che siano sottoposti ad una misura di sicurezza detentiva ovvero ad una misura di prevenzione prevista dagli artt. 3 e ss. della Legge 1423/56.

Riferimenti normativi

  • Legge n. 191 del 16 Agosto 1998 "Modifiche ed integrazioni alle leggi 15 marzo 1997, n. 59, e 15 maggio 1997, n. 127, nonché norme in materia di formazione del personale dipendente e di lavoro a distanza nelle pubbliche amministrazioni. Disposizioni in materia di edilizia scolastica." GU n. 142 Suppl.Ord. del 20/06/1998

Modulistica da scaricare

CHIUDI Carta d'identità